Gondole antiche dello squero Casal

La più antica è del 1846 acquistata da Robert Browning poeta che abitava a Ca’ Rezzonico successivamente acquistata e portata in America dal pittore Thomas Moran, nel 1948 gli ultimi proprietari la donarono a una biblioteca pubblica e poi ceduta al Mariner’s Museum di Newport in Virginia, restaurata nel 1997 da Tramontin.

Del 1870 è la gondola sempre costruita nello squero Casal, di proprietà della famiglia Anconati-Visconti ed esposta al Museo della Barca Lariana di Como restaurata nel 1965 da Tramontin

Del 1870 è pure la Gondola da fresco de casàda costruita e conservata nello squero Casal a Venezia, già nell’immediato dopoguerra sopravviveva in un unico esemplare giacente da lungo tempo abbandonata a Murano legata alle travature di un capannone quando nel 1983 fu segnalata e recuperata. L’ultimo impiego di cui si abbia notizia fu in occasione di uno sfarzoso ricevimento tenutosi a Ca’ Labia nei primi anni cinquanta.

Del 1882 è invece la Gondola Reale, esposta al Museo Nazionale Arti e Tradizioni Popolari dell’EUR a Roma, costruita per i Reali Savoia dai Casal con l’intervento del Besarel per gli intarsi. Chiamata anche gondola della Regina Margherita appositamente costruita e conservata in occasione di sue visite a Venezia, è stata donata a Roma dal Comune di Venezia nel 1956 dopo un restauro conservativo nello squero Tramontin. La gondola a Palazzo Ducale e quella a Ca’ Rezzonico è ciò che rimane delle 19 gondole facenti parte il corteo reale.

Del 1904 è la gondola di lusso costruita da Giuseppe Casal e inviata a Londra per una fiera espositiva italiana dove fu acquistata dalla scrittrice Marie Corelli, trasferita come gondola di casada a Stratford-upon-Avon con il nome “The Dream”. Per vogarla fu inizialmente ingaggiato un gondoliere veneziano certo Giovanni poi rimpiazzato da Ernest Chandler. Alla morte di Marie Cornelli, la gondola passò di mano molte volte rischiando la distruzione sino a quando Nick Birch del circolo Avon Boating la recuperò per un completo restauro, rilanciandola al Stratford River Festival nel Luglio del 2010 ed è ora disponibile per uscire ancora sul fiume che la accolse.